Tag Archive | Playboy

Un’opera lirica su Anna Nicole Smith, da playmate a eroina tragica

Non solo coniglietta di playboy, supermaggiorata al silicone, sposa di un miliardario molto attempato, ma anche madre tragica, donna fragile e incline alla depressione. Anna Nicole Smith, morta quattro anni fa per un’overdose  di antidolorifici e barbiturici , è stata la versione aggiornata, e un po’ trash,  di Marylin Monroe.

Come lei biondo platino, ma sicuramente meno affascinante, e come lei sola e infelice. Nonostante le somiglianze la povera Anna Nicole non sembra certo destinata a diventare un’icona come la splendida protagonista di “A qualcuno piace caldo”, ma diventerà comunque la protagonista di un’opera lirica,firmata da Mark Anthony Turnage. La sua vita tormentata finirà sul palcoscenico londinese del Convent Garden in uno show vietato ai minori si 16 anni per “il linguaggio estremo e le scene di sesso”.

I critici protestano per la messa in musica di una vicenda troppo sconcia, ma dalla Royal Opera House replicano: “Anna Nicole Smith è un personaggio in linea con le grandi eroine della lirica, da Violetta della Traviata alla Carmen di Bizet”.

Come loro bella, sensuale, spregiudicata e vittima di se stessa.

 

Annunci

“Attentato” postumo all’icona JFK

John Kennedy, icona cristallizzata del mito americano, è sdraiato al sole su un veliero al largo del mediterraneo, intorno a lui donne nude che fanno festa. Nello stesso momento la moglie sta partorendo la loro figlia Arabella che nascerà morta, il primo dolore della dinastia Kennedy.

Una foto, pubblicata da Tmz, bibbia on-line del gossip americano, in grado di distruggere a posteriori l’icona JFK. Passino le relazioni extraconiugali ma glamour con Marilyn Monroe e Audrey Hepburn, ma un festino in barca con donne nude qualunque no.

Secondo Tmz la foto , valutata anche da esperti, biografi di Kennedy e dal consulente forense, Professor Jeff Sedilik, è autentica e avrebbe potuto cambiare la storia.

Con la pubblicazione di quell’immagine Kennedy non avrebbe mai corso per le elezioni presidenziali del 1960.

La memoria del Presidente rimane intatta, anche se forse, ormai, nulla potrebbe più intaccarla. La foto è una bufala, in realtà è un servizio di Playboy del 1967, usato come base per creare il falso, antesignano di tutti i ritocchi di Photoshop.

L’icona Kennedy è salva, anche dopo essere stata trattata alla stregua di qualunque vippetto nostrano. Come un Fabrizio Corona ad esempio, icona del nostro tempo, fine conoscitore di scandali e foto rubate e ritoccate. Nessuno si disturberebbe a fare perizie delle foto piccanti  e vacanziere che  lo ritraggono con Belen Rodriguez.