Tag Archive | Nichi Vendola

Alla Fine il #csxfactor lo ha vinto #OscarGiannetto

Tra i “Fantastici 5”, alla fine l’ha spuntata Oscar Giannetto. Il dibattito tra i candidati per le primarie del centrosinistra, almeno su Twitter, lo ha vinto lui. Non un politico in carne e ossa, ma un’icona digitale e pop, nata grazie all’inconsapevole fantasia di una 26enne lavoratrice precaria e studentessa di Scienze Politiche.

Oscar Giannino

Serena Bramante, sostenitrice di Nichi Vendola, rivolge un quesito a Matteo Renzi citando il fondatore di “Fermare il declino” Oscar Giannino, ma cambiandogli il cognome in Giannetto. 
In studio solo qualche risata e il visibile imbarazzo della ragazza. Il giornalista Gianluca Semprini riprende le redini del confronto a cinque, ma su Twitter Giannetto occupa già tutti i cinguettii con le hashtag #csxfactor e #ilconfrontoSkytg24

Serena Bramante

E, prima che il dibattito finisca, Oscar Giannetto ha un profilo Twitter creato ad hoc, che in poche ore guadagna quasi 1000 followers. Grande successo anche per il nuovo profilo Facebook e per la pagina Oscar Giannetto For President.
Alla fine, almeno sui social network, ha vinto lui. Alla faccia dei Pantheon della sinistra redenta, dei cacciatori di nuvole e, soprattutto, dell’atmosfera da “volemose bene” che ha dominato durante il confronto, ma che, forse, è anche parte della magia democratica delle primarie.

Questo post è stato pubblicato su L’ Huffington Post 

Annunci

San Nichi di Bari, la nuova icona della sinistra italiana

Nichi Vendola: comunista, cattolico, omosessuale. Così Gad Lerner ha appena introdotto all’Infedele il trionfatore delle primarie del centrosinistra per il governo della regione Puglia

E’ lui la nuova icona della politica italiana, raccoglie in sè minoranze e diversità, parla in modo raffinato, filosofeggia, ma la sua natura è di figlio del popolo. Ed è il popolo che alle urne lo premia con il 70% delle preferenze.

Il futuro politico di Nichi di Bari appare radioso, destinato a nuovi importanti successi, anche fuori dai confini pugliesi.

Battitore libero, senza sponsor importanti, lontano dalla nomenklatura, come lo definisce Curzio Maltese su Repubblica, forse è questa la chiave del successo di Vendola.

Il compagno che per una notte, secondo alcuni, riesce nella magia di far sembrare Bari come Chicago e a diventare “l’Obama del PD”. Paragone impegnativo, lo stesso Obama è stato salutato come un uomo in grado di cambiare il mondo, di portare la pace, di uscire dalla crisi. Le aspettative eccessive sono destinate ad essere disattese, non auguro davvero a Vendola di essere il nuovo Obama,  forse meglio Bari che Chicago.