Tag Archive | Gran Bretagna

Le lezioni di stile e comunicazione di Kate Middleton

Congetture, previsioni, scommesse. In Inghilterra sala la febbre del Royal Baby, la cui nascita è prevista per metà luglio. Parto naturale o cesareo? Maschio o femmina? In caso di fiocco rosa si chiamerà Diana come la nonna o Elizabeth come la bisnonna? Nel Regno Unito si punta su qualunque cosa, ma questo regale bebè sta già polverizzando ogni record.I sudditi di Sua Maestà non hanno voglia di pensare alla crisi e al governo traballante.

Mamma Kate, dotata di naturale bellezza ed eleganza già prima di diventare principessa, non ha sbagliato un colpo nemmeno in gravidanza. Ovunque vada riesce a catalizzare tutte le attenzioni su di sé e a farsi ammirare.

A una – eventuale – nuova principessina c’è da augurare di ereditare la bellezza, lo stile e, perché no, anche la furbizia della mamma.

Continua a leggere su Huffington Post

Annunci

Un aborto clandestino non ha prezzo. Dalla Polonia arriva una nuova campagna choc

Polemiche per il manifesto che imita la pubblicità Mastercard, la carta di credito che promette di comprare qualunque cosa tranne quei piaceri della vita che non hanno prezzo.
Ma il poster,  creato da Srom, assocciazione polacca femminista, promuove in realtà un aborto gratis nel Regno Unito.
Il visual mostra una modella seminuda che ha scritto sulla pancia con un pennarello rosso lo slogan “una mia scelta”.  Intorno a lei compaiono i prezzi concorrenziali degli aborti clandestini in Gran Bretagna, offerte di cui le donne polacche dovrebbero approfittare.
Il manifesto recita: «Programmare un volo in Inghilterra con un’offerta speciale: 300 zloty (77 euro). Pernottamento: 240 zloty (60 euro). Aborto in una clinica pubblica: 0 zloty. Sollievo dopo una procedura portata a termine in condizioni decenti e a costo zero». La campagna, dopo essere stata pubblicata sul Daily Mail,  ha sconvolto anche il Regno Unito, in cui da tempo si discute su questo “turismo della salute” che costa allo stato 200 milioni all’anno.

Critiche sono arrivate dalla deputata dei Conservatori, Ann Widdecombe, sempre citata dal Daily Mail, che ha sottolineato come le leggi britanniche sull’interruzione della gravidanza abbiano trasformato il Paese nella «capitale europea degli aborti».

Chissà cos’è davvero senza prezzo? La dignità delle donne, in questo caso soprattutto nella loro iconografie pubblicitaria. o la loro libertà?