Il bacio di Klimt tra le rovine della Siria impazza su Social. Non è un murales, ma photoshop

Da qualche giorno impazza su Twitter, e anche su altri social media, un’immagine evocative e poetica. Ritrae un palazzo siriano sventrato dalle bombe su cui è stato dipinto il bacio di Klimt.

In realtà nessuno è riuscito a riprodurre il celebre quadro nei quartieri devastati di Damasco. Si tratta di un fotomontaggio. Lo ha realizzato Tamam Azzam, artista siriano che da anni vive e lavora a Dubai e usa le sue opere per denunciare i conflitti e le emergenze sociali del suo Paese.

bacio

La sovrapposizione tra grandi opere contemporanee e scenari di guerra è una serie che Azzam ha creato per “sottolineare il parallelo tra le più grandi conquiste dell’umanità e la distruzione che l’uomo è in in grado di infliggere. “Il Bacio’” mostra l’amore e il rapporto tra le persone, è l’ho contrapposto a un simbolo, come un muro distrutto, che rappresenta la capacità del popolo di odiare il regime“, come raccontato al blogger de Il fatto Quotidiano Shady Hamadi

L’artista siriano Tammam Azzam, costretto a fuggire a Dubai lo scorso anno per evitare il servizio riservista nell’esercito.

L’artista è stato costretto a fuggire lo scorso anno per evitare il servizio riservista nell’ esercito. Non crede che l’arte possa salvare la Siria, ma che, almeno, serva a mantenere la speranza di un futuro migliore.

Annunci

Tag:, , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: