Il tramonto dell’icona Pellegrini e la ribalta delle ginnaste

Niente bandiera, niente medaglia. L’ultima avventura olimpica di Federica Pellegrini si chiude senza bei ricordi. La sirenetta di Spinea, Argento ad Atene, Oro a Pechino e campionessa del mondo, se ne va da Londra con due miseri quinti posti. Aveva rifiutato, abbastanza sdegnosamente,  di portare il tricolore nella cerimonia d’inaugurazione dei Giochi per non stancarsi prima della gara. Ma il riposo non e’ bastato. Fede non è salita sul podio in nessuna delle sue gare. Delusione, rabbia e un po’di rimpianto per quella che, comunque, rimane una delle grandi campionesse dello sport italiano.

Federica Pellegrini a Londra

Si, è vero, negli ultimi tempi e’stata iper esposta. Troppi spot, dai Pavesini dell’ormai mitico”cosa fa Federica quando non nuota?” alle foto sexy per Yamamay, e troppo gossip. Mai amori furono più mediatici dei suoi. Quello con Marin, ma, soprattutto, quello con Filippo Magnini, altra grande delusione olimpica. Una sbornia di telecamere e copertine patinate che, forse, non ha giovato a Federica. La sua stella non brilla più. E’ normale, succede. Gli sportivi non hanno l’obiettivo della pensione, le loro carriere durano poco. Lo scettro di regina del nuoto femminile passa ad Allison Schmitt, neo vincitrice dei 200 stile libero. Stessa potenza della Pellegrini degli esordi, ma senza glamour.

Allison Schmitt, oro olimpico dei 200 s.l.

Chissà chi riuscirà a prendere il posto di Federica nell’immaginario collettivo nostrano? Magari le ragazze della ginnastica artistica, che ieri, per la prima volta, hanno portato l’Italia alla finale olimpica di questa specialità.

Carlotta Ferlito, stella Azzurra dell’Artistica

In squadra ci sono  l’ex campionessa del mondo Vanessa Ferrari e le protagoniste del reality “Ginnaste-Vite parallele” Carlotta Ferlito e Elisabetta Preziosa.
Quando, prima o poi, deluderanno le aspettative,  quelli che prima le osannavano,  rinfacceranno loro di essersi vendute alle telecamere ancor prima di diventare famose ?

Tag:, , , , , , , , ,

About micolsarfatti

Giornalista professionista, ex studentessa del Master in giornalismo IFG-Walter Tobagi di Milano. Vera indole scorpionica, perennemente inquieta e curiosa. La passione per le immagini e la comunicazione visiva nasce ai tempi della tesi sulla propaganda cartellonistica repubblicana durante la Guerra Civile spagnola. Mi piace scrivere di icone e iconografie, ma anche di attualità, temi sociali, lifestyle, ambiente e esteri, soprattutto Russia e Israele. Ho scritto per Il Riformista, Il Fatto Quotidiano, City, GQ, A, Sette, Terre di Mezzo, Articolo 21, Where Milan et alii. Ho raccontato storie per RSI Radio Svizzera Italiana e girato video per GQ.com e A. Per contattarmi: immaginario104@gmail.com Twitter @micolsar

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: