Cambia il vento, ma noi no. Fa discutere il manifesto sexy del PD

Il vento sarà anche cambiato, da Milano a Napoli, passando per la Sardegna, ma la pubblicità rimane  la stessa. Per diffondere il trionfo del cambiamento a sinistra e , sopratutto, per promuovere la Festa dell’Unità a Roma,  il Pd ha scelto un paio di gambe sexy e una gonna svolzzante. Un manifesto più pubblicitario che politico che ha suscitato le critiche di molti, a partire dal movimento Se non ora quando?, che, il 13 febbraio,  aveva organizzato la manifestazione contro le donne “da bunga-bunga”.

Il manifesto "incriminato" promuove la Festa de L'Unità a Roma

«L’abbinamento fra lo slogan “Cambia il vento” e l’ennesima immagine strumentale del corpo femminile», si legge in una nota del gruppo, «ci lascia stupite e attonite. Il comitato protesta ancora una volta di fronte all’uso del corpo delle donne come veicolo di messaggi che nulla hanno a che fare con esso e invita il Partito democratico romano a ritirare la campagna, anche per rispetto verso milioni di donne italiane il cui voto è stato fondamentale nelle amministrative e nei referendum nazionali del 12 e 13 giugno».

La campagna di lancio de L'Unità

Eppure non è certo la prima volta che il centro sinistra usa il corpo femminile in una campagna. Come dimenticare le belle gambe e lo spendido lato B immortalato da Oliviero Toscani per il lancio della nuova edizione de L’unità con la direzione, tutta al femminile, di Conchita De Gregorio… Peggio (o meglio, a seconda dei punti di vista) è riuscito a fare Mattia Di Tommaso, aspirante consigliere comunale a Roma, in quota socialista, che al grido di “Basta con le facce da c…”si è fatto pubblicità con un  primo piano dello straordinario derrière della pornostar Milly D’Abbraccio.

Il porno-manifesto del socialista Mattia Di Tommaso

Annunci

Tag:, , ,

One response to “Cambia il vento, ma noi no. Fa discutere il manifesto sexy del PD”

  1. mattia di tommaso says :

    Scrivo per correggere che il Manifesto porno era a sostegno della candidatura di Milly D’Abbraccio, e da Lei ideato,creato,stampato ed affisso, in piena indipendenza, e SENZA che io ne venissi a conoscenza prima. Una volta visti affissi non ho esitato a prendere le distanze e condannare questa scelta. Purtroppo il mio nome era stato già inserito. Grazie Mattia Di Tommaso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: