La Réclame per salvare le donne

La pubblicità diventa arte e va al Senato della Repubblica. Il 19 gennaio La Reclame, progetto che analizza con ironia la figura femminile negli spot, sarà presentato in sala Zuccari, alla presenza di Emma Bonino, Anna Finocchiaro, Susanna Camusso e Rosy Bindi.

Il progetto La Reclame è supportato dal bando "Creatività Giovanile" di Fondazione Cariplo

“Siamo stati ispirati dal lavoro di Ico Gasparri, un artista che, dal 1999 al 2002, ha trasformato manifesti pubblicitari che offendevano la donna in opere d’arte d’arte di denuncia”,racconta l’ideatrice del format Cristina Sivieri Tagliabue. Giornalista, autrice e fondatrice della casa di produzione Non chiederci la parola(il nome arriva da una poesia di Eugenio Montale).

Il motto de La recame è “Niente femminsimi e fustigazioni”-come precisa Sivieri- L’obbiettivo è quello di far emergere i lati grotteschi e ironici degli spot che hanno le donne come protagoniste.  In pubblicità, spesso, è più semplice abusare del corpo femminile che proporre idee nuove.

Tra gli spot  fino ad ora analizzati e rivisti dal progetto quello del Motorshow di Bologna, molti in cui è testimonial la languida e iperesposta Belèn Rodriguez e, ovviamente, quelli di palestre e biancheria intima.

I video saranno trasmessi con cadenza settimanale sul sito http://www.nonchiedercilaparola. com

Perché la pubblicità non deve essere solo l’anima del commercio, ma può diventare anche quella della società.

Annunci

Tag:, , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: