La rivolta del nuovo Quarto Stato

Giuseppe Pellizza da Volpedo la rivoluzione se l’era immaginata così. Un corteo di lavoratori, uomini, donne e persino un bambino, figura allegorica della rinascita, che procede dall’oscurità verso la luce “del sole dell’avvenire”. Una marcia pacifica, ma determinata, per reclamare dai proprietari terrieri almeno il diritto alla sussistenza.

Pellizza da Volpedo non racconta una rivoluzione violenta ma il “cammino dei lavoratori”(titolo iniziale dell’opera) e di tutta l’umanità verso una società egualitaria.

A più di un secolo dalla realizzazione dell’opera la rivolta dei lavoratori è rappresentata da ben altre immagini, il Quarto stato ha cambiato colore, le marce pacifiche non hanno funzionato, gli auspici di Pellizza da Volpedo vengono disattesi.

Annunci

Tag:, ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: